12 Ore di Mendrisio: la Corsa

MTB/I due biker del Team Merida Suisse hanno dominato a Mendrisio

Zucconi e Bianchi ‘firmano’ la 12 ore

Una giornata che ha abbinato pedalate panoramiche alla gara

F.BER.

Non hanno nemmeno il fiatone Daniele Zucconi e Guido Bianchi al termine della loro veloce cavalcata finale. “Volata” che ha consentito al duo del Team Merida Suisse di fare propria la prima edizione delle 12 ore di Mendrisio. Non hanno praticamente avuto avversari, bravi nel cogliere le giuste traiettorie di un percorso tecnico disegnato all’interno della vecchia Mendrisio. Dice Zucconi: «Un bel percorso» . «Si doveva sempre rilanciare e questo ci ha sicuramente facilitato» gli fa eco Guido Bianchi, l’enfant du pays. «Abbiamo cercato subito di mettere fra noi e i nostri avversari il maggior margine possibile, quando ci siamo resi conto di avere due giri di vantaggio sui secondi abbiamo preso le cose con un po’ più di filosofia…» . Per vincere il Team Merida Suisse ha inanellato anche il giro più veloce, il 20°, chiuso in 6’33” per coprire i 2400 m di un circuito ricco anche di scalinate.

La 12 ore di Mendrisio si presentava quest’anno con una formula nuova che abbinava una pedalata su percorsi panoramici del Mendrisiotto ad una competizione di 4 ore nelle vie del centro storico del Borgo. La gara ha messo a dura prova le 32 squadre iscritte per un totale di 180 corridori. Di tutt’altro tenore invece la “Pedalata slow” da affrontare in gruppo o individualmente, sia con una classica MTB che con la bici elettrica a pedalata assistita, in piena sintonia con il programma “Mendrisio Città Slow”.

Nella mattinata e nel primo pomeriggio si sono susseguite le pedalate su itinerari che toccavano la Piana del Laveggio, la zona del Monte San Giorgio, la Collina del Penz e la Valle di Muggio. Ogni itinerario dava diritto ad un certo numero di punti, quello che dava il raccolto maggiore era il percorso di 44 km con 1’500 metri di dislivello attraverso la Valle di Muggio. Ed è stata quella la scelta delle squadre che puntavano alla vittoria finale.

La classifica finale è poi stata definita dalla 4 ore a squadre, che sino a tarda serata ha dato vita a duelli spettacolari anche grazie al percorso, sicuramente non facilissimo. Su un tracciato genere, con il forte disturbo del vento, dove si doveva sempre rilanciare l’andatura sono andati a nozze i più collaudati. Il duo della Merida composto da Daniele Zucconi e da Guido Bianchi ha dominato, alle loro spalle si è piazzato il team “Allcycling” primo della categoria No Limits, terzo l’Oliver Team. Ottimo il comportamento dei corridori di casa del Monte Generoso Bike Marathon e Momo Bike 2, che hanno conquistato rispettivamente il 4° e 5° rango assoluti. Primo della categoria popolari il Mtbike Team Race sedicesimi assoluti. Soddisfazione anche da parte dell’organizzatore Andrea Bellati. «Pur se non abbiamo avuto una partecipazione eccezionale, il numero delle squadre in gara si è rivelato ideale per il tipo di percorso che abbiamo scelto per la 4 ore» .

Malgrado il vento e la temperatura fresca qualche spettatore in più in Piazzale alla Valle ci sarebbe potuto stare…

File audio da non perdere:

Cantoni e Troy alla 24 ore di Mendrisio (1° parte) – Rete 3

Cantoni e Troy alla 24 ore di Mendrisio (2° parte)

Come contattarci

Per qualsiasi informazione riguardante la manifestazione potete contattarci ai seguenti recapiti:

Telefono: +41-91-646 11 83

Fax: +41-91-646 45 84

Recapito postale: Comitato d’organizzazione 12 ore di Mendrisio, Via G. Lanz 1, CH-6850 Mendrisio

E-mail:


Torna all'inizio