24 ore 2008

Ciclismo/La manifestazione di Mendrisio, nonostante la pioggia è riuscita, ma nel 2009 non si farà

24 ore, un successo e una… pausa

Vittoria a squadre per Bulgarograsso, mentre a livello individuale si è imposto Reto Koller come nel 2006

Da “La Regione Ticino” del 16.06.2008

Mendrisio – L’annuncio lo ha fatto l’organizzatore Andrea Bellati, prima della premiazione: la 24 ore di Mendrisio il prossimo anno, anche per via – ma non solo – dei mondiali 2009, si prenderà un anno di pausa e di riflessione. Potrebbe ritornare nel 2010, magari con un’altra formula. Un annuncio che raggela un po’ l’entusiasmo dei partecipanti che, incuranti della pioggia avevano dato vita a quella che si può definire una kermesse dello sport e del divertimento.
Ma vediamo di archiviare e di commentare invece questa riuscita 13 ª edizione della 24 ore, meglio sarebbe dire della 23 ore, in quanto gli organizzatori , viste le condizioni atmosferiche avevano saggiamente deciso di togliere un’ora di gara. Già durante la notte ci si era organizzati a portare delle modifiche al tracciato, per renderlo ancora più sicuro. Il risultato è premiante: nessun incidente degno di rilievo solo qualche innocua caduta. Cosa dire del lato agonistico: sono quasi in 500 a prendere il via, dopo un avvio molto veloce del team di Lomazzo, che ha tenuto la testa nelle prime due ore, vi è stato il graduale ritorno della squadra di Bulgarograsso, località a pochi chilometri dal confine, che alla fine si è imposta, davanti alla formazione di Lomazzo e al MTB team comp di Cristian Paparelli.
Netta la vittoria del Bulgarograsso, che in ultima frazione ha schierato il “ cobra di Salorino” Stefano Zanotti. Per dare delle cifre; i vincitori, in 23 ore di gara hanno percorso 87 giri del tracciato di 5’ 900 metri, pari a 513 km.
Nel contesto della 24 ore si è pure disputato il campionato svizzero per liceali, titolo che è andato agli Uribikers, quinti assoluti, davanti al Liceo di Bellinzona e al terzo posto i liceali mendrisiensi.
Nella classifica assoluta da citare anche l’ottavo posto del VC Tre Valli Biasca che schierava anche l’ex campione di triathlon Andrea Zamboni e il decimo dello SC Balerna.
Nella gara individuale, che ha visto al via 17 concorrenti, vittoria di Reto Koller, che si era già imposto nel 2006. Al secondo posto l’ex del VC Lugano, Saul Arias, protagonista delle prime ore di corsa e che aveva a bordo pista uno tifoso d’eccezione, Patrick Calcagni. Nella sua prova individuale Reto Koller ha compiuto nelle 23 ore 63 giri, pari a 371 km. La sfortuna ha colpito diversi concorrenti ma ha pure evidenziato le doti podistiche di Fabrizio “ Bicio” Moghini, uno dei migliori maratoneti ticinesi, che per la rottura della catena si è dovuto esibire in un lungo tratto a piedi.
Nell’ambito della 24 ore – patrocinata da Banche Raiffeisen, laRegioneTicino, Caffè Chicco d’Oro, Axa Winterthur, Rete 3 Rsi, Swissstop, Garage Bonfanti e Rivella – si è disputata anche una tappa del Kids Tour, riservato alla mountain bike. Nelle varie categorie si sono imposti Mattia Ferrari del VC Arbedo Castio­ne, Dario Bassi ( idem), Filippo Colombo del VC Monte Tama­ro e Guido Bassi del VC Arbe­do Castione.
Riuscita anche la 24 ore di walking, con quasi un centi­naio al via, così come la 4 ore di spinning, la gimcana per i bambini del momobike e il mercatino della bici.
Il consuntivo della manifestazione, che l’Omnia Sport di Fiorenzo Bianchi, il VC Mendrisio di Andrea Bellati e la Federale ginnastica di Maurizio Sala hanno proposto, è positivo, anche se il futuro rimane, per ora, purtroppo una grossa incognita. F.BER.

Classifica 24 ore 2008

Tempi giro 24 ore 2008

Torna all'inizio