24 ore 2007

MTB Il team lombardo “Bulgaro in bici” senza avversari nella prova a squadre

Danilo Giulieri vince la 24 ore di Mendrisio


di FLAVIO BERETTA

Pur con qualche concorrente in meno ri­spetto agli altri anni, la dodicesima edizio­ne della 24 ore di Mendrisio si è rivelata ugualmente avvincente e combattuta sia per chi l’ha presa ridendo, sia per chi si è invece dato molto e seriamente da fare, ad immagine dei vari vincitori. Percorrere più di 400 chilometri (per l’esattezza 407 e 880 metri) in 24 ore di gara e con soli 25 minuti di riposo, è l’impresa riuscita a Da­nilo Giulieri di Agarone, impiegato posta­le a Giubiasco, che si è imposto nella gara riservata agli individuali . «Sono sei mesi che preparo meticolosamente questa ga­ra – ci ha detto Giulieri, che gareggia sia su strada che in mtb – Ho seguito i consigli di Reto Pezzoli, il medico locarnese che si era già imposto per ben due volte nella pro­va individuale della 24 ore».
Il miglior risultato assoluto lo hanno inve­ce realizzato dagli italiani del team “Bulga­ro in bici”, nettamente vincitore della cate­goria “no limits“. Gli otto atleti lombardi, con già alle spalle diverse esperienze alla 24 ore, non hanno praticamente avuto avver­sari, stabilendo anche il giro piu veloce dei 90 percorsi. Dopo 24 ore di gara – con tur­ni di un giro a testa, salvo nella fase nottur­na – hanno posto, fra loro e i secondi clas­sificati, il team MTB di Lomazzo, ben tre gi­ri di distacco. Il podio è stato completato dalla formazione della Mtbexpedition.
Nella categoria popolari vittoria per il Fuo­risellamtb davanti alla squadra del Bar Nuo­vo Sole di Gaggino e al Montagsbiker. Fra le società si è imposta la squadra del Liceo cantonale di Bellinzona, davanti al Team Ci­prian, ai Saltafoss e alla sorprendente for­mazione di calcio della SC Balerna. Nella gara a coppie, novità di quest’anno, la vit­toria è andata ai Crazy Horses, che hanno preceduto il Tarta e ruga team e i Cinghia-l­otti: malgrado i nomi scelti dalle squadre, questa gara è risultata fra le piu combattu­te…
Oltre alla gara di MTB, si è disputata anche una prova di volo libero, il Trofeo Monte Ge­neroso previsto su quattro lanci. I vololibe­risti decollavano dall’Alpe di Caviano, pri­ma di fare atterraggi di precisione nel par­co dell’OSC. La vittoria è andata, per il se­condo anno consecutivo, a Claudio Catta­neo, davanti ad Andrea Zappa. Al terzo po­sto, a pari merito, Daniele Ticozzi, Danie­le Albani e Mike Wulz.
Altra novità di questo anno era la 24 ore di walking, caratterizzata sabato da un’ottima partecipazione sulla distanza di 7 km orga­nizzata dalla Axa -Winterthur. Per quanto riguarda la 24 ore, nessuna classifica ma ci­tazione per le cinque squadre al via, impe­gnate su diversi percorsi che andavano dal breve di 7 km al lungo di 18 km. Le cinque formazioni iscritte (Non solo walking, Avangarde, Quality ,Demm e venium e Maa da pee) hanno raggiunto gli obiettivi chi­lometrici fissati.

Classifica 24 ore 2007


Torna all'inizio